Lombardo: la vigilanza Rai squarci il velo sul caso Sicilia

Il presidente della Regione definisce l’irruzione in casa “un blitz” da parte della troupe della trasmissione “L’Ultima parola”. Paragone replica: per me è inchiesta giornalistica

PALERMO. «E' necessario che la commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai squarci il velo sul caso Sicilia. L'irruzione nella casa di campagna della mia famiglia sembra l'ennesima dimostrazione di un modus operandi che nulla ha a che vedere con il sacrosanto e legittimo diritto di cronaca». Lo scrive nel suo blog il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, in merito a quello che definisce "un blitz" da parte di una troupe della trasmissione “L'Ultima parola” di Gianluigi Paragone.
Secondo Lombardo «blitz come quello di ieri non hanno nulla di giornalistico e sono ancor più incomprensibili se si pensa che non più di un mese fa ho aperto il mio studio di Palazzo d'Orleans proprio alla troupe di Paragone». «Inutile dire come una lunga intervista di quasi un'ora e mezza sia stata manipolata e fatta a brandelli - aggiunge il governatore che ha denunciato l'irruzione nella sua casa di campagna - ho chiesto anche di essere invitato in studio, ma non ho mai ricevuto alcuna risposta». «Ho già spiegato chiaramente cosa penso del trattamento che alcuni segmenti della tv di Stato riservano alla Sicilia - conclude - e questa ennesima puntata che danneggia la nostra regione, attribuibile alla seconda rete e non alle testate giornalistiche della Rai, si spiega soltanto con le ragioni della guerriglia politica piuttosto che con quelle della cronaca».
In replica alle critiche del presidente Lombardo, risponde il conduttore della tramissione, Gianluigi Paragone che afferma: «Siamo ben lieti di saper che il Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, ha voglia di partecipare ad una delle prossime puntate dell’ “Ultima parola”, così da spiegare alcune anomalie della casta siciliana. Quella che lui chiama guerriglia politica per me è inchiesta giornalistica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati