Cimitero di mafia nel Messinese, trovato il quarto corpo

La scoperta dei vigili del fuoco nell'area vicino a Mazzarrà Sant'Andrea. Non si conosce ancora l'identità della vittima. Secondo gli investigatori ci sarebbe un altro cadavere da trovare

MAZZARRA' SANT'ANDREA. I resti di un quarto cadavere sono stati rinvenuti dai vigili del fuoco nel cimitero della mafia nei pressi di Mazzarrà Sant'Andrea. La
notizia è trapelata solo molte ore dopo il ritrovamento, come riporta oggi la Gazzetta del Sud, e al momento non è stato associato un nome ai resti della vittima.
Sino ad oggi, infatti, si conoscono solo i nome dei primi due corpi ritrovati duranti gli scavi cominciati il 4 gennaio: Natalino Perdichizzi di Mazzarrà e Antonino Ballarino di Basicò, scomparsi rispettivamente il 23 luglio '97 e il 23 marzo '93. Dalle indagini dei reparti speciali, dei Ros e della Dia, sembra che all'appello manchi ancora un cadavere. Persone fatte scomparire con il sistema della lupara bianca che facevano parte del clan mafioso dei "Mazzarroti" al culmine di azioni punitive o regolamenti di conti a metà degli anni '90.
Adesso si continua a scavare nei pressi del torrente Mazzarrà alla ricerca del quinto corpo che, secondo una fonte confidenziale, sarebbe stato seppellito nell'area.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati