Eos 2, in 7 scelgono l'abbreviato

PALERMO. Si è aperto questa mattina, con l'udienza preliminare nell'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo davanti al gup Giangaspare Camerini, il processo a dieci presunti estorsori arrestati nell'operazione chiamata Eos 2 grazie alle dichiarazioni del pentito Manuel Pasta. Tra di loro c'e anche Diego Ciulla, titolare del negozio Hessian di Palermo, che avrebbe fatto da intermediario tra gli esponenti di Cosa Nostra e altri commercianti palermitani che pagavano regolarmente il pizzo. Ciulla ha scelto il rito ordinario come Piero Pilo e Andrea Quatrosi, ex reggente del mandamento Resuttana. A scegliere il rito abbreviato, che comincerà il 27 gennaio, sono stati Marcello Campagna, Massimo Di Fiore, Pietro Pipitone, Angelo Bonvissuto, Carlo Giannusa, Gioacchino Morisca e Mario Napoli. Al processo si sono costituiti parte civile diverse associazioni tra le quali il Centro Pio La Torre, Addiopizzo, Confcommercio e quattro imprenditori taglieggiati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati