Rugby, Palermo travolge il Primavera

I ragazzi allenati da Filippo La Torre e Fabrizio Casagrande hanno battutto gli avversari 43-9. Intanto arriva il nuovo fisioterapista, Benedetto Di Chiara

PALERMO. Serviva una vittoria al Palermo Rugby per uscire dalla crisi di gioco, soprattutto, in cui era caduta negli ultimi giorni. Ed i ragazzi allenati da Filippo La Torre e Fabrizio Casagrande rispondono sul campo alle critiche strapazzando il Primavera Rugby 43-9.
Una partita giocata bene, con buone trame offensive ed una difesa perfetta che non ha concesso praticamente nulla agli avversari. Nel primo tempo le due squadre si studiano, cercando di capire quali possano essere i punti  deboli l’uno dell’altro. Ma apre subito le marcature Santiago Gonzalez per i padroni di casa, che sfrutta una bellissima azione di mischia. Accorcia Peluso con due piazzati ed il Palermo ha il merito di non farsi prendere dal panico. Costruisce tanto e trova la meta con una splendida azione personale dell’allenatore /giocatore Fabrizio Casagrande. Si va al riposo sul 16-6, grazie al piazzato di Anselmo.
Nella ripresa il Palermo gioca quaranta minuti quasi perfetti dove realizza 30 punti subendone solo tre, solo su un calcio piazzato. A spezzare l’equilibrio è l’ingresso di Guido Cozzo. Che non solo dimostra grande precisione sui tiri da fermo, ma sforna un assist decisivo che vale la quarta meta del punto bonus. In precedenza Di Trapani aveva chiuso in meta un’altra azione ben costruita dal quindici nero-arancio.
A chiudere i conti e fissare il risultato sul 43-9 ci pensa di nuovo Casagrande che sigla la sua ennesima meta con il Palermo ancora con un’azione personale.
Entusiasta l’allenatore Filippo La Torre: «Questo è l’atteggiamento giusto – dice – Sempre concentrati, la voglia di fare bene, ma soprattutto una partita in cui tutti abbiamo usato la testa, ragionato, per non buttare mai via la palla e tentare sempre di arrivare a meta con azioni costruite». Soddisfatto anche  il presidente Fabio Rubino: «Abbiamo smaltito il panettone – commenta – ho visto un atteggiamento molto positivo, ma soprattutto comincio a vedere i frutti di un lavoro molto intenso compiuto dai nuovi arrivati. Pensiamo, però, partita dopo partita».
Intanto, il Palermo rugby ha un nuovo fisioterapista. Si chiama Benedetto Di Chiara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati