Video porno contro la noia, 4 minorenni condannati ai lavori sociali

I fatti risalgono al 2009 quando a casa di uno di loro viene girato un film amatoriale hard che ritrae scene di sesso di gruppo. Gli adolescenti adesso svolgno attività sociali

PALERMO. Ci stavamo stancando di giocare a carte,  e volevano sconfiggere la noia. così si sono giustificati i quattro minorenni protagonisti della vicenda. Secondo quanto si apprende dalle colonne del Giornale di Sicilia in edicola oggi, i fatti risalgno al giorno di San Valentino del 2009 in una abitazione tra le borgate marinare di Mondello e Sferracavallo, a Palermo.
I quattro adolescenti, che all'epoca dei fatti avevano tutti tra i 14 e i 15 anni, per vincere la noia decisero di fare sesso di gruppo, due ragazzi e due ragazze, e il gioco è fatto, anzi il filmato in questo caso.
Una di loro, ha così deciso grazie al supporto di un telefonino, di riprendere le scene "hard", con protagonista una quattordicenne che si è mostrata consenziente. La stessa, aveva un piccolo, ma non evidente handicap, ma che non la rendeva incampace di comprendere ciò che stava facendo.
Il video è stato poi fatto circolare nella loro scuola media, e fatto vedere ai compagni di classe, ma per loro sfortuna, il video finì anche nelle mani delle insegnanti, che lo hanno rimosso dal telefonino per evitare che il preside dell'istituto potesse vederlo.
Per i tre minorenni, ritratti nelle scene di sesso, è scattata la deuncia al Tribunale dei minori, e la decisone di far svolgere ai protagonisti della vicenda per 5 giorni alla settimana attività sociali fno alla prossima estate. Se i ragazzi svolgeranno bene il loro servizio , il tribunale non prenderà alcun provvedimento a loro carico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati