Palermo, nuovi boss nel Centro storico?

Potrebbe esserci una guerra di mafia dietro all'intimidazione al bar Loriano di corso Calatafimi. Nel quartiere non c'è un capo riconosciuto

PALERMO. Una guerra di mafia dietro all'intimidazione al bar Loriano di corso Calatafimi? E' una delle ipotesi degli investigatori che stanno seguendo il caso del locale di Palermo contro il quale la sera del 31 dicembre sono stati esplosi alcuni colpi di pistola.
Le strade seguite sono - come riportato dal Giornale di Sicilia in edicola oggi -: il bersaglio poteva essere il proprietario del bar oppure soggetti emergenti di Cosa nostra che vanno in giro a chiedere il pizzo.
Secondo chi indaga, infatti, nella zona di Porta Nuova si va alla ricerca di un equilibrio tra le famiglie, mancherebbe infatti un vero capo riconosciuto, il che avrebbe potuto spingere altri gruppi a farsi avanti nel quartiere.
I dettagli nelle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati