Minaccia di uccidere la ex moglie e prende il figlio a morsi

Arrestato un muratore di Casteltermini, in provincia di Agrigento. Aveva anche tentato di far saltare in aria la casa dove viveva prima della separazione

CASTELTERMINI. Minaccia di morte, con un coltello, l'ex moglie. Si scaglia, prendendolo a morsi, contro il figlio che aveva cercato di difendere la madre e apre i rubinetti del gas per fare saltare in aria la casa popolare dove viveva fino a qualche tempo prima della separazione. I carabinieri di Cammarata (AG) hanno arrestato, in flagranza di reato, Vincenzo Lo Manto, muratore di 54 anni, di Casteltermini, domiciliato a Como.
L'uomo era rientrato in paese per un breve periodo di vacanza e incontrando i figli, in preda all'ira dovuta a vecchi rancori con l'ex moglie, è andato in escandescenze, minacciando di far saltare in aria tutta la palazzina. Lo Manto, portato al carcere Petrusa di Agrigento, è accusato di tentativo di strage, danneggiamento pluriaggravato, minacce, violenza e lesioni aggravate, nonché di resistenza a pubblico ufficiale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati