Una quercia siciliana come albero di Natale

Il mio albero di Natale è una quercia, è nato 35 giorni fa quando era ancora una ghianda caduta nell'asfalto di una stradella del Castello di Venere (la dea dell'amore) a Erice vetta (Tp), l'ho raccolta le ho dato tutto l'amore del mondo, e ora è li, bello, fa un figurone accanto ai regali, è proprio bello (anche senza palle), è il mio albero di Matale. E vedrete, dopo che l'anno prossimo lo avrò trapiantato, fra 5 anni, quando sarà alto 3 metri, ci metterò non palle, ma palloni per fare giocare a calcio tutti i bimbi buoni.
Le ghiande di leccio, Quercus ilex, la quercia autoctona della foresta mediterranea, capace di vivere 1000 anni e diventare alta 20 metri, le raccogliete per tutte le feste di Natale oltre che nel Giardino del Castello di Venere a Erice Vetta, a Palermo, a Villa Giulia, Orto Botanico, Parco d'Orleans, Città dei ragazzi, Parco della Favorita, andateci insieme ai vostri bambini e visto che le ghiande si raccolgono comodamente da terra,  fate raccogliere a loro le ghiande, fate loro costruire il loro albero di natale dell'anno prossimo, usando ad esempio una bottiglia di plastica tagliata e bucata, o nel più tradizionale dei vasi, fatela coltivare a loro, per amore per la natura.
Rosario Bonura, Marsala

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati