Sequestro di frattaglie a Palermo, 4 denunciati

Blitz dei carabinieri. In una area scoperte centinaia di chili di carne conservata in pessime condizioni igieniche. I prodotti servivano a rifornire i venditori di “stigghiole”

PALERMO. Rifornivano numerosi chioschi palermitani di "stigghiole", "milza" e "frattaglie", ma la carne era custodita nella sporcizia e in violazione delle più elementari norme igienico-sanitarie. Così i carabinieri hanno fatto un blitz in via Buonpensiero in un'area recintata, e hanno scoperto la presenza di centinaia di chili di carne e di frattaglie, solo in parte congelate, tenute in condizioni igieniche pessime. Quattro i denunciati.           
In uno dei locali adibiti a stalla, gli uomini dell'Arma hanno trovato circa 30 suini, 7 bovini, 3 cavalli e volatili da cortile, custoditi in condizioni disastrose. Con l'ausilio di personale veterinario dell'Asp di Palermo, i carabinieri hanno accertato che gli animali, tutti adulti, erano privi dei necessari micro chip che ne documentassero la  provenienza. In un altro locale attiguo, i carabinieri hanno poi sequestrato attrezzature per la bollitura della carne, un congelatore e centinaia di chili tra frattaglie (polmoni di bovino, milze, intestini) e teste di bovino. Gli intestini di specie bovina sono vietati all'uso alimentare in virtù delle note misure anti Bse. Il materiale sequestrato è stato distrutto, mentre gli animali sono stati sequestrati e consegnati in custodia ai proprietari.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati