A Palermo "Libri sospesi" in cerca di un lettore

Una libreria ha proposto un'iniziativa che permette di donare dei libri che potranno essere letti da chiunque sia interessato, prenotandoli sul sito librisospesi.it

PALERMO. In Italia ormai è ufficiale, si legge poco. La maggior parte dei giovani d'oggi, infatti, si limita a leggere i libri che la scuola gli impone. Tenendo presente i libri venduti in Europa, rispetto al numero degli abitanti di ogni paese europeo, l'Italia si piazza al quart'ultimo posto con una percentuale pari 42%, precedendo solo la Grecia e il Portogallo (35%), Spagna e Irlanda (40%). Ai primi posti nella classifica dei libri più venduti si piazza la Svezia (71%), seguita dalla Finlandia (66%) e dall'Inghilterra (63%). Le cause sono molteplici, principalmente culturali, economiche e didattiche.
Un'iniziativa controtendenza è stata adottata da una libreria palermitana. Il progetto è dedicato principalmente a tutti coloro non hanno materialmente la possibilità di acquistare un libro, per permettergli comunque di coltivare la passione per la lettura.
Il nome del progetto, "Libri sospesi", si riferisce al fatto che chiunque voglia, può acquistare un libro, qualsiasi titolo voglia, e lasciarlo "sospeso" nella libreria.
Chiunque sia interessato, tramite il sito web dedicato www.librisospesi.it potrà prenotarlo e ritirarlo nella libreria stessa. L'iniziativa è stata ideata da Katakusinos.
Il donatore può anche lasciare i propri dati a disposizione di chi riceverà il libro, così da poterne eventualmete discutere dopo averlo letto. Ogni persona potrà prenotare e ritirare solo un libro al mese. Inoltre, il donatore che ogni mese avrà lasciato il maggior numero di libri "sospesi" avrà diritto ad un "libro d'immagine".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati