Rifiuti, si rischia l'emergenza nell'Agrigentino

La ditta Catanzaro costruzioni, creditrice di circa 5 milioni, ha deciso di chiudere da domani i cancelli della discarica di Siculiana

AGRIGENTO. La ditta Catanzaro costruzioni, creditrice di circa 5 milioni, ha deciso di chiudere, a partire da questa mattina, i cancelli della discarica sub-comprensoriale di contrada Matarana, a Siculiana (Ag). Questa decisione, pertanto, impedirà agli autocompattatori di depositare i rifiuti. In tutti i Comuni dell'Ato Gesa Ag2 sarà vietato, per come annunciato dallo stesso ambito territoriale ottimale, il conferimento della spazzatura. L'emergenza rifiuti in provincia di Agrigento era stata scongiurata, dopo che l'amministratore unico di Gesa Ag 2, Teresa Restivo, ha garantito il pagamento di 2 milioni e 400 mila euro, a metà novembre.
Già ieri sera cassonetti traboccanti in città, nonostante il divieto a depositare l'immondizia nei contenitori. Si teme che la situazione si aggravi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati