“Dipendenti promossi illegitimamente”, indagato l’ex sindaco di Modica

Denunciato dalla guardia di finanza per abuso d'ufficio, assieme ad altre 16 persone. Le decisioni, secondo l'accusa, non sarebbero state motivate da obiettive esigenze, ma da una “valutazione discrezionale”

RAGUSA. L'ex sindaco di Modica (Rg) è stato denunciato dalla guardia di finanza per abuso d'ufficio, assieme ad altre 16 persone, a conclusione di un'indagine relativa alle promozioni di dipendenti comunali che sarebbero state decise illegittimamente in prossimità delle elezioni del 13 aprile 2008.
Assieme al sindaco sono indagati anche 14 dirigenti del Comune, il segretario generale e l'assessore al Bilancio pro-tempore. La guardia di finanza ha esaminato gli incarichi con mansioni superiori conferiti nel biennio 2006/2008, quando il Comune di Modica era in una fase di riorganizzazione. Secondo gli investigatori, molte nomine erano indebite e sarebbero state conferite con determine dirigenziali firmate dai responsabili di settore, ma soprattutto senza alcuna procedura selettiva. L'indagine è scattata l'anno scorso, in seguito ad un'ispezione di un funzionario ministeriale ed in relazione all'aumento della spesa corrente necessaria per il mantenimento del personale.
Le promozioni, secondo l'accusa, non sarebbero state motivate da obiettive esigenze di servizio, ma da una valutazione discrezionale del dirigente, che giustificava i provvedimenti con l'esigenza di coprire i posti vacanti generati dalla rimodulazione dei settori e servizi comunali, su decisione della giunta municipale. Il danno causato all'erario ammonterebbe a circa 300 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati