Canicattì, treno travolge un bus: sei feriti

Il mezzo, con a bordo solo il conducente, è stato colpito ad un passaggio a livello. Sei le persone rimaste coinvolte nell'incidente

CANICATTI'. Sei persone sono rimaste ferite (di cui quattro lievemente contuse) nello scontro tra un treno regionale e un autobus avvenuto oggi pomeriggio all' altezza di un passaggio a livello nei pressi di Canicattì, nell' Agrigentino. Il pullman, della ditta Riggio Tour di San Cataldo, che è rimasto completamente distrutto, aveva appena accompagnato a casa gli alunni della scuola materna di Canicattì che avevano partecipato a una gita.     Il mezzo stava poi tornando nel deposito quando si è bloccato sui binari. Dalle prime ricostruzioni effettuate dai tecnici delle Ferrovie dello Stato il passaggio a livello era regolarmente funzionante e con le sbarre abbassate al momento dell' impatto. Alla vista del bus il macchinista ha subito  azionato il freno di emergenza ma non ha potuto evitare l'impatto che è stato violentissimo.    


L'autista del bus, Nunzio Felici, 38 anni di Butera, ha raccontato che non c'era alcun segnale di stop e che le sbarre si sono abbassate mentre stava passando, intrappolandolo. Il conducente è riuscito ad abbandonare il pullman prima dell' impatto. E' però stato accompagnato al pronto soccorso in stato di choc. Nell' incidente sono rimasti leggermente contusi quattro passeggeri del treno e il macchinista, Giovanni Pontelli, 52 anni, di Campobello di Licata con ematomi su tutto il corpo. Ferito più gravemente il capo treno Mario Salvaggio, 59 anni, originario di Realmonte ma residente a Licata. Le condizioni di quest'ultimo, ricoverato nell'ospedale Barone Lombardo di Canicattì con numerose fratture. Ma secondo i sanitari, che pure si sono riservati la prognosi, non sarebbe in pericolo di vita: appare vigile e cosciente. Sul convoglio, formato da un locomotore e da una carrozza, viaggiavano in tutto sei passeggeri, alcuni dei quali studenti pendolari che stavano tornando a casa al termine delle lezioni.   


Intanto si sta cercando di accertare la dinamica e le responsabilità dello scontro, avvenuto in contrada Carlino, alla periferia di Canicattì. La circolazione ferroviaria è stata sospesa sulla linea per i rilievi e poi riaperta al traffico. Per accertare le cause dell'incidente sono state aperte due indagini: una della procura e una interna delle ferrovie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati