Le donne tra potere e violenza

Dibattito a Mazara del Vallo sulla condizione femminile oggi. In un libro la prima donna sindaco

MAZARA DEL VALLO. Donne e potere. Si è tenuto a Mazara del Vallo nella sala conferenze dell’hotel Mahara, l’incontro organizzato dalla presidentessa del movimento culturale “Donne e Poesia”  Maria Pia Sammartano che ha intervistato le scrittrici Licia Cardillo e Marinella Fiume.
La professoressa Marinella Fiume, sindaco per due legislature nel comune di FiumeFreddo ha parlato della sua esperienza politica  nel libro “Feudo del mare-la stagione delle donne” ricordando la  prima donna sindaco siciliana a cui dedica il libro.
“Il primo sindaco donna si chiamava Vittoria Giunti ed era una professoressa di matematica di origini toscane che per amore del marito giunge in Sicilia e si trasferisce nel piccolo comune di Santa Elisabetta in provincia di Agrigento – ha spiegato la scrittrice Marinella Fiume –. La carica di sindaco, viene  riesaminata in chiave femminile attraverso un manuale che esalta una maggiore capacità di ascoltare.”
A differenza di Vittoria Giunti, donna di potere,  Eufrosina protagonista dell’omonimo libro della scrittrice Licia Cardillo è vittima del potere e della società maschilista del XVI secolo. “In Eufrosina, il potere è rappresentato dal viceré Marco Antonio Colonna – spiega la professoressa Cardillo -. Il quale ammalia la giovane diciassettenne che si getta tra le sue braccia, bruciandosi le ali.”
Il dibattito tutto al femminile, si è poi incentrato sulla condizione attuale delle donne e sul tema  del femminicidio come violenza di genere, ricordando attraverso il simbolo di un fiocco bianco, il 25 Novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle Donne. Il fenomeno del femminicidio è tutt’oggi un fenomeno sottaciuto – spiega la professoressa Maria Pia Sammartano –. Perché c’è ritrosia e paura di denunciare i propri compagni, e i propri mariti. In Italia una donna su sei subisce violenza fisica, che è la prima causa di morte in assoluto; prima ancora del cancro e degli incidenti stradali.”  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati