Palermo paralizzata, studenti verso l'autostrada

Traffico in tilt e città bloccata. Centro storico, piazza Indipenza e le principali vie sommerse dai cortei di studenti medi e universitari

PALERMO. La città è stata paralizzata. Il centro storico, la zona dei palazzi della Regione e dell'Ars, le principali arterie commerciali, sono state percorse dai vari cortei degli studenti medi e degli universitari che hanno realizzando il "Blocchiamo tutto day". Il traffico è andato in tilt. Migliaia di studenti in via Volturno, a Palazzo d'Orleans e nella zona della Cattedrale per percorrere corso Calatafimi con l'intenzione di andare a bloccare l'autostrada Palermo-Messina-Catania-Trapani.
Il coordinamento degli studenti medi afferma che per le strade ci sono stati circa 50 mila studenti. Stime delle forze dell'ordine parlano di diecimila persone. I giovani di "Azione Universitaria" sostengono invece che «la stragrande maggioranza degli studenti non va ai cortei guidati dai baroni e soltanto mille studenti, su oltre sessantamila iscritti all'ateneo di Palermo, hanno aderito alla manifestazione di questa mattina». Azione Universitaria annuncia «una campagna capillare in tutte le facoltà dell'Ateneo di Palermo per spiegare agli studenti i veri effetti che la riforma avrà sull'università».
Gli studenti medi e universitari di Palermo, che protestano contro la riforma e il ddl del ministro Gelmini, hanno bloccato gli svincoli della circonvalazione in via Belgio e in corso Calatafimi per l'innesto nelle autostrade verso Catania e Messina e verso Trapani. Giovani degli "Studenti In Movimento" dall'ufficio scolastico provinciale in via Praga, si sono spostati in via Belgio bloccando il ponte della circonvallazione appendendo lo striscione di "Studenti In Movimentò e accendendo fumogeni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati