Operazione The End, torna in carcere il figlio del boss Vitale

Giovanni, 28 anni, era stato scarcerato a marzo ma stanotte è tornato in cella

PALERMO. Era stato scarcerato a marzo scorso, ma è finito in cella stanotte, di nuovo, con l'accusa di associazione mafiosa, Giovanni Vitale, 28 anni, figlio dello storico capomafia di Partinico, Vito. Il raqazzo è tra i 23 arrestati del blitz dei carabinieri denominato "the end", che ha azzerato la cosca del palermitano. Una nuova ordinanza di custodia cautelare è stata notificata anche al fratello Leonardo che è però detenuto. Secondo gli investigatori Leonardo e Giovanni Vitale avrebbero sostituito il padre alla guida del mandamento mafioso. Dall'indagine è emerso che i due fratelli avevano il controllo capillare delle estorsioni, e delle attività illecite della cosca. Il taglieggiamento, nei confronti degli imprenditori edili, veniva realizzato attraverso l'imposizione della fornitura del cemento da parte di un'impresa compiacente: la Edil Village srl. I costruttori venivano costretti a rifornirsi da ditte compiacenti come la Edil Village di cemento e di materiale edile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati