Palermo, l'impianto va in tilt: al buio un'area del centro

Guasto al contatore elettronico nel quadrilatero tra via Notarbartolo e piazza Unità d'Italia. L'Enel: "Responsabilità di Amg". La replica: "Dipende dal Comune"

PALERMO. Anche oggi, come ieri sera, è andato in tilt il contatore elettronico dell'impianto di illuminazione pubblica nel quadrilatero Notarbartolo-Unità d'Italia a Palermo, causando un disservizio per i cittadini. I tecnici Enel già nei giorni scorsi avevano accertato che la responsabilità dei disservizi è di Amg energia, società a cui é affidata la gestione dell'impianto.    
Enel sostiene che il motivo per cui i contatori si bruciano é all'assorbimento di energia elettrica dell'impianto di gran lunga superiore rispetto alla potenza contrattuale richiesta. In particolare ieri i tecnici Enel hanno registrato un assorbimento di 44 KW contro i 30 contrattualmente previsti. Il maggiore assorbimento è causato da un ampliamento dell'impianto di illuminazione pubblica che viene alimentato da questa fornitura, senza che si sia provveduto a richiedere l'adeguamento della potenza del contatore. Per evitare che tali inconvenienti si verifichino ancora, già lo scorso 17 novembre i tecnici Enel hanno segnalato ad Amg energia la necessità di richiedere un aumento di potenza, adeguato al tratto di impianto da loro collegato.
"Amg Energia Spa è solo gestore e manutentore degli impianti di illuminazione pubblica esistenti in città, che sono di proprietà comunale: per l'attivazione di un nuovo impianto è infatti il Comune (e non Amg Energia) a richiedere al fornitore di energia elettrica (in questo caso Enel) la fornitura elettrica e il dimensionamento delle potenze contrattuali necessarie". E' quanto si legge in una nota di Amg Energia Spa.   
"Nel quadrilatero compreso tra via Notarbatolo, via Libertà, via Sciuti e piazza Unità d'Italia - prosegue la nota - è entrato in funzione, a più riprese, un nuovo impianto di illuminazione che è stato realizzato da una ditta esterna per conto del Comune. Spetta al Comune richiedere ad Enel la necessaria fornitura elettrica e il suo dimensionamento". Amg spiega che "il nuovo impianto è entrato in funzione nella sua interezza solo ieri, proprio quando si è verificato il primo black-out". "In questo momento, tra l'altro, il nuovo impianto é consegnato ad Amg solo in via provvisoria - si legge ancora nella nota - in attesa del suo collaudo. Amg Energia ieri è subito intervenuta, verificando la presenza di un problema, che lunedì, svolgendo a pieno il suo ruolo di gestore e manutentore dell'illuminazione pubblica, segnalerà al Comune in modo da trovare una soluzione: il black-out del nuovo impianto è legato al disservizio di un misuratore Enel causato, molto probabilmente, da un problema di potenza richiesta non adeguata a quella realmente necessaria. I tecnici di Amg ieri sono rimasti in attesa per diverse ore di un intervento da parte di Enel".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati