Mafia, cinque condanne a Palermo

La sentenza d’appello nei confronti di capi ed estortori della cosca di corso Calatafimi. La pena più alta, oltre 14 anni al boss Francesco Annatelli

PALERMO. La corte d'appello di Palermo, presieduta da Sergio La Commare, ha condannato a pene complessive di oltre 60 anni di carcere 5 tra capimafia ed estortori della cosca di corso Calatafimi. Il verdetto ha confermato in pieno la sentenza di primo grado. La pena più alta (14 anni e 4 mesi) è stata inflitta al boss Francesco Annatelli; a 13 anni e 4 mesi è stato condannato Angelo Monti; a 12 e 5 mesi Pietro Guccione; a 11 Giuseppe Trinca e a 10 anni e 4 mesi Salvatore Bonomolo. La corte ha confermato anche i risarcimenti riconosciuti alle parti civili dal tribunale.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati