Donna muore al Policlinico di Messina, 9 medici indagati

L’avviso di garanzia è stato ricevuto per un decesso avvenuto mercoledì scorso. Pasqualina Spidaliere, madre di 4 figli, si era recata in ospedale con forti dolori all'addome e al petto

MESSINA. Nove medici del pronto soccorso del reparto di Urologia del Policlinico di Messina hanno ricevuto un avviso di garanzia, in cui si ipotizza il reato di omicidio colposo, per la morte di una donna di 40 anni, deceduta mercoledì scorso dopo due giorni di ricovero nel nosocomio.
Pasqualina Spidaliere, madre di quattro figli, si era recata al Policlinico con forti dolori all'addome e al petto.
Secondo quanto denunciato dal marito, dal pronto soccorso, sospettando una colica renale, è stata dirottata al reparto di Urologia dove doveva essere sottoposta a una ecografia all'addome. "Esame però ritardato e non eseguito in serata - dice il marito della donna - per mancanza del servizio".
Così la paziente è stata rimandata a casa ma l'indomani mattina è tornata al nosocomio: l'esame ecografico evidenziò un peggioramento delle condizioni generali, senza una diagnosi precisa. Dopo due ore, la morte.
Adesso saranno l'autopsia e gli esami tossicologici, disposti dal pm Adriano Sciglio, a far luce sulla vicenda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati