Giro di prostituzione tra Palermo e Agrigento

Arrestato Michele Martorana, operaio forestale di Contessa Entellina. Ai domiciliari i suoi complici Paolo Rumore e Gioacchino Graffagnino

PALERMO. Un vasto giro di prostituzione tra i centri di Contessa Entellina, Bisacquino e Giuliana, in  provincia di Palermo, e Menfi e Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, è stato scoperto dai carabinieri di Monreale e di Corleone. Gli investigatori hanno arrestato un operaio forestale di Contessa Entellina, Michele Martorana, di 45 anni, che l'avrebbe gestito insieme con due complici, Paolo Rumore, di 35 anni, di Menfi, e Gioacchino Graffagnino, di 66, di Giuliana, ai quali sono stati concessi i domiciliari. Una quarta persona è  stata denunciata. Gli arrestati sono accusati di aver sfruttato e favorito la prostituzione di due donne, tra cui una romena, alle quali avrebbero procurato numerosi clienti per poi incassare i  proventi delle prestazioni sessuali lasciando alle due pochi euro. A capo dell'organizzazione sarebbe stato Martorana, che dal business avrebbe incassato circa 2.000 euro al mese. Graffagnano e Rumore sarebbero stati i suoi referenti di zona per Giuliana e Menfi, procacciando altri numerosi clienti e concordando le modalità degli incontri, che avvenivano in  abitazioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati