Terlizzi regala tre punti pesanti

Il Catania batte 1-0 il Bari con una rete di testa del difensore centrale bravo a sfruttare una punizione perfetta calciata da Llama

CATANIA. Ancora Terlizzi. Come a Palermo, anzi meglio. A sette giorni di distanza dal gol messo a segno nel derby di Sicilia, il difensore rossazzurro si ripete. Ma se la rete realizzata al Barbera si era rivelata ininfluente ai fini del risultato, stavolta l'inzuccata del centrale etneo vale tre punti pesanti. Così il Catania risolve a proprio favore una gara molto più complicata di quanto classifica e difficoltà contingenti dell'avversario potessero far presumere.    
La formazione di Giampaolo la spunta sul Bari solo a sette minuti dalla fine e per di più inferiorità numerica a causa dell'espulsione di Maxi Lopez frustrando le speranze dei biancorossi, presentatisi al Massimino in grave emergenza (undici indisponibili tra squalificati e infortunati) e capaci di reggere con tenacia prima di incassare una sconfitta che acuisce una crisi ormai sempre più lunga (ultimo posto in graduatoria e un solo punto nelle ultime sette giornate).    
Nonostante i problemi dell'avversario, il Catania gira a vuoto per l'intero primo tempo, o quasi. I ritmi modesti rendono sterile il perdurante possesso di palla dei rossazzurri, ai quali manca il cambio di passo: Gillet viene impegnato seriamente solo da un colpo di testa di Mascara su cross di Alvarez e corre un altro brivido su un'inzuccata a lato di Silvestre su corner di Mascara.    Il Bari fa quel che può intasando la propria metà campo per togliere respiro alla manovra etnea e affidando le rare ripartenze a Caputo e soprattutto alla velocità di Alvarez, che appena si affaccia sulla trequarti prova a tirare da ogni posizione senza però trovare mai la porta di Andujar. Un destro dalla distanza di Gomez respinto in tuffo da Gillet apre una ripresa nella quale il Catania aumenta la pressione guadagnando campo. Giampaolo passa a un assetto più offensivo rimpiazzando Izco e Mascara con Ledesma e Llama e avanzando Ricchiuti. Russo annulla un gol di Gomez per un fallo su Parisi, poi una girata di testa di Maxi Lopez sfiora il palo alla sinistra di Gillet.    
Il Bari non esce più dalla propria metà campo, i rossazzurri insistono. Gillet si oppone a una conclusione ravvicinata di Ricchiuti, ma proprio nel momento di maggiore pressione il Catania resta in dieci a causa del cartellino rosso rimediato da Maxi Lopez per proteste. Paradossalmente, la squadra di Giampaolo passa proprio in inferiorità numerica: punizione dalla sinistra di Llama e Terlizzi stacca in area battendo Gillet. Il Bari si riversa in avanti, ma è troppo tardi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati