Incendio doloso in uno stabile popolare a Modica

MODICA. Un incendio di natura dolosa è stato appiccato nel lotto 46 del complesso di edilizia popolare di corso Pertini, nel quartiere Treppiedi di Modica, in provincia di Ragusa, noto come il “Bronx” della città per le condizioni di degrado in cui versa.
Le fiamme si sono sviluppate nel pianerottolo del tredicesimo piano dove erano accatastati materassi, stracci, e indumenti lasciati da una famiglia marocchina sfrattata perché aveva occupato abusivamente un appartamento. L'intervento dei Vigili del fuoco ha evitato tragiche conseguenze. Tutte le famiglie dello stabile, infatti, sono state invitate ad uscire, facendo tornare alla normalità la situazione con pochi danni alle strutture. Cessata l'emergenza, nell'intero complesso, ci sono state ore di tensione, tra urla e spintoni, a causa della difficile convivenza delle famiglie oneste che pagano regolarmente il canone, con una quarantina di nuclei familiari, soprattutto concentrati nel lotto 46 dove infatti risulta il più alto tasso di morosità.
Per il presidente dell'Istituto Autonomo per le Case Popolari, Giovanni Cultrera, più volte minacciato, «l'incendio è certamente opera di qualche delinquente che ha l'interesse a fomentare gli animi e fare in modo che gli assegnatari si rivoltino contro la linea di legalità intransigente, portata avanti dall'Istituto in direzione dello sfratto degli abusivi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati