Aereo Palermo, il procuratore Scalia: nessun litigio tra piloti

"I consulenti incaricati di esaminare le scatole nere dell'Airbus Wind Jet uscito fuori pista non hanno ancora depositato la loro relazione"

PALERMO. "I consulenti incaricati di esaminare le scatole nere dell'Airbus Wind Jet uscito fuori pista a Palermo il 24 settembre, non hanno ancora depositato la loro relazione ed è, quindi, assolutamente prematuro trarre conclusioni sulle cause dell'incidente dalle conversazioni, tra il pilota e il copilota finora ascoltate". Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Maurizio Scalia, che coordina l'indagine sulla vicenda, commentando le indiscrezioni di stampa su un presunto litigio, avvenuto tra il comandante e il suo vice, indicato come la causa dell'incidente.
"Parlare di lite - ha aggiunto il magistrato - è una esagerazione". Secondo quanto appreso, infatti, il pilota e il copilota avrebbero avuto una semplice discussione. "Peraltro - ha proseguito Scalia - la cosa sarebbe avvenuta quando il velivolo non era ancora in fase di atterraggio e si trovava ad alta quota, circostanza che farebbe escludere un nesso tra l'evento e l'uscita di pista del velivolo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati