Selinunte le colonne del tempio E si sbriciolano

Transennata l’area per evitare pericoli. Il direttore del parco: “Bisogna intervenire d’urgenza”

SELINUNTE. Le colonne si sbriciolano e il tempio E di Selinunte viene transennato. È lo scenario che appare ai turisti che da qualche giorno passeggiano per il parco archeologico. Ma si tratta di misure di sicurezze per evitare che i calcinacci cadano in testa ai visitatori. Le colonne, in alcune parti, tendono a cedere. “Non parlerei di situazione di pericolo – dice Caterina Greco, direttore del neo parco archeologico di Selinunte e Cave di Cusa “Vincenzo Tusa” – ma sicuramente che necessita un intervento urgentissimo”. Poi aggiunge: “Mettendo in conto che il parco è nato a metà settembre, abbiamo fatto salti mortali per presentare un progetto che riguarda sia il tempio E che quello C –aggiunge la Greco – per un totale di 2,8 milioni, sperando di ottenere i fondi comunitari”. E ancora: “C’è la necessità di riprogettare i nuovi viali per le visite con l’illuminazione e quindi di incentivare ogni forma di fruizione del parco”. Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati