Lombardo: su di me offensiva mediatica e politica

Il presidente della Regione chiede di essere ascoltato dagli organi inquirenti a proposito dell’inchiesta di Catania

PALERMO. "Nonostante quanto dichiarato dagli organi inquirenti del Tribunale di Catania sull'inesistenza di alcuna iniziativa processuale che mi riguardi, devo constatare la ripresa di un'offensiva politica e mediatica che, utilizzando spezzoni di indagine, tende, ancora una volta, a fermare l'azione di riforma e risanamento portata avanti dal governo della Regione Siciliana. Per queste ragioni, e per il rispetto che devo alla Magistratura, ho reiterato la richiesta di essere sentito dagli inquirenti". Lo dice il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, che questa mattina ha incaricato i suoi legali di inviare alla Procura della Repubblica di Catania una richiesta per essere sentito formalmente.
"Solo il doveroso rispetto - conclude - che debbo alla mia responsabilità istituzionale e all'esercizio della funzione giurisdizionale mi ha indotto ad esperire questo ulteriore passaggio, prima di rendere conto di ogni mia azione all'opinione pubblica".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati