Tassa sui rifiuti? Un errore valutarla sull’ampiezza della casa

Vorrei sollevare la questione della tassa sui rifiuti solidi urbani. Prima di tutto mi chiedo se è giusto, e legalmente corretto, far pagare la tassa in base ai mq dell'abitazione. Spesso anche un grande appartamento è abitato da una singola persona (perchè resta sola nella casa di famiglia, perché ha solo quella, per fatti suoi, etc..) e, a mio parere, non può mai produrre una quantità di rifiuti superiore a quella di un'abitazione piccola ma abitata da molte persone. Infatti l'ampiezza di una casa può solo produrre una maggiore quantità di polvere contrariamente ad una casa abitata da più persone. Insomma sono le persone che producono spazzatura e non le abitazioni.....o no? In altri paesi europei infatti la tassa dei rifiuti viene imposta ad personam e sin dal momento in cui un bambino viene al mondo ed è iscritto nel registro dell'anagrafe. Cosa possiamo fare per ottenere una più equa distribuzione di tale tassa? Grazie per permetterci di dire la nostra nella speranza di rendere la nostra città più vivibile, bella e civile.  
Anna Maria Alioto, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati