Palermo, riparte la raccolta dei rifiuti

Verso la fine dell'emergenza. Riparato uno dei trituratori guasti. Gli operatori ecologici hanno ripreso a lavorare dalla notte scorsa

PALERMO. Si va verso la fine dell'emergenza rifiuti a Palermo. Già dalla notte scorsa è cominciata la raccolta dell'immondizia che si era accumulata da ieri per le strade a Palermo a causa della rottura di uno dei trituratori della discarica di Bellolampo e il fermo di quello gestito da una società privata.
"Entro domani la situazione ritornerà alla normalita", assicura l'Amia. Secondo le ultime rilevazioni gli spazzini devono ancora da raccogliere circa un centinaio di tonnellate di rifiuti "in aggiunta a quelli - sostiene l'azienda per l'igiene ambientale - che viene smaltita quotidianamente e che si aggira intorno alle mille tonnellate". La differenziata non ha avuto rallentamenti. Il trituratore privato è stato riparato ed è in funzione insieme a quello noleggiato dall'Amia. Anche quello andato in tilt verrà riparato e sarà tenuto di riserva. "A breve inoltre - spiegano all'Amia - verrà bandita una gara d'appalto per l'acquisto di un macchinario più grande". Ieri si era temuto che scoppiasse anche l'emergenza per la fuoriuscita di percolato dalle vasche della discarica palermitana. "Ma sia le vasche - dicono all'Amia - che i silos non presentano giacenze e procede regolarmente lo smaltimento del liquido che si forma quotidianamente in discarica. Si è semplicemente riformata giovedì scorso, a seguito delle piogge, una piccola pozza al limite della discarica, all'altezza di una depressione che lambisce la via Inserra, che anche questa volta é stata prosciugata".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati