San Raffaele di Cefalù, Marchesa direttore di Oncologia

CEFALÙ. Ritorna in Sicilia dopo un anno di attività a Milano il chirurgo oncologico Pico Marchesa. E' stato chiamato a guidare l'unità operativa di chirurgia generale e oncologica della Fondazione San Raffaele Giglio di Cefalù.
Pierenrico Marchesa, 52 anni, torinese, arrivato per la prima volta in Sicilia nel 2001 come direttore della chirurgia generale ad indirizzo epato-bilio-pancreatico del Civico di Palermo, successivamente ha guidato la chirurgia d'urgenza e oncologica dello stesso ospedale e dal 2005 al 2007 anche il servizio di chirurgia addominale dell'Ismett. Nel 2009 la scelta di lasciare la Sicilia per l'Humanitas Mater Domini di Milano.
"Ho pensato - ha detto il chirurgo - che se avessi trovato un ambiente ideale dove poter sviluppare le mie potenzialità e offrire ai pazienti lo stesso trattamento per cui venivano a Milano, sarei tornato. Oggi il San Raffaele di Cefalù mi dà queste garanzie".
"Siamo molto soddisfatti - ha detto il presidente del San Raffaele Giglio, Stefano Cirillo - di essere riusciti a far tornare in Sicilia uno dei migliori cervelli che questa terra ha avuto. La professionalità riconosciuta, in ambito internazionale, del dottor Marchesa sono da stimolo a definire sempre più la mission oncologica dell'ospedale di Cefalù".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati