Tagliati i telefoni a Lipari, sindaco denuncia gestore

Il maggior comune delle Eolie dalle 12 di ieri è privo del servizio di telefonia, interrotto dalla società Adment-Italia a causa del mancato pagamento da luglio di circa 14 mila euro a bimestre

LIPARI. Lipari, il maggior Comune delle Eolie, dalle 12 di ieri è privo del servizio telefonico, interrotto dalla società "Admnet-Italia". Il sindaco Mariano Bruno ha presentato una denuncia per interruzione di pubblico servizio, anche per ragioni di protezione civile, tenuto conto che le Eolie sono a rischio vulcanico.


La società ha sospeso il servizio perché da luglio non riceve i pagamenti che ammontano a circa 14 mila euro a bimestre.    Il servizio telefonico, oltre che alle sedi comunali è garantito anche nelle circoscrizioni delle sei isole che fanno capo al Comune di Lipari, e alle scuole.    La giunta Bruno e il dirigente Francesco Subba più volte avevano invitato la società laziale a inviare il Durc, ovvero il documento necessario per poter liquidare le somme. Ma senza alcun esito. Il sindaco, oltre alla denuncia presentata ai carabinieri e alla procura della Repubblica, sta meditando di richiedere i danni e la rescissione del contratto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati