Mori: "Lottato contro la mafia senza fare patti"

Il generale dei carabinieri commenta la notizia dell'inchiesta a suo carico per concorso in associazione mafiosa. "Continuerò a difendermi"

PALERMO. "Continuero" a difendermi nel processo consapevole di avere soltanto combattuto la criminalità organizzata ottenendo sempre lusinghieri risultati e mai venendo a patti con l'organizzazione mafiosa". Così il generale dei carabinieri Mario Mori commenta la notizia dell'inchiesta a suo carico per concorso in associazione mafiosa. Mori fa sapere "di non avere ricevuto alcuna comunicazione in merito". "Ove l'imputazione fosse confermata - aggiunge - gli argomenti a mia difesa mi rendono tranquillo". Il generale "si riserva di valutare compiutamente la situazione allorché sarà formalizzata la nuova iniziativa della Procura" e precisa che sulla vicenda erano già trapelate alcune indiscrezioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati