Palermo, dipendente dell'Amia Essemme scarica rifiuti per strada: arrestato

Mauro Mauro, 35 anni e' stato notato dai militari in via Patti, nei pressi del velodromo "Paolo Borsellino", mentre accostava con un minicompattatore e scaricava dal cassone una quarantina di vecchi copertoni

PALERMO. Di professione caricava i rifiuti negli autocompattatori, mantenendo pulita la città. Poi però li scaricava dai cassonetti, contribuendo a creare un fenomeno, quello dell'emergenza immondizia, sempre più in aumento, e per lo più dietro compenso di terzi. Quasi un doppio impiego, dunque. Una storia paradossale, ma a Palermo sembra che ogni cosa, bella o brutta, sia destinata magicamente a trasformarsi in realtà. Mauro Mauro, 35 anni, pregiudicato e dipendente dell'Amia Essemme e' stato notato dai militari in via Patti, nei pressi del velodromo "Paolo Borsellino", mentre accostava con un minicompattatore "Ercolino" della stessa Amia e scaricava dal cassone una quarantina di vecchi copertoni.
Gli uomini dell’Arma hanno poi effettuato un controllo in collaborazione con personale amministrativo dell’Amia che ha permesso di accertare che l’impiegato dalle 13 alle 19 era incaricato della raccolta dei rifiuti in zona Villa Tasca nei pressi del mercatino di Villa Serena, tutt’altro luogo della città rispetto a quello dove era stato fermato. L’uomo interpellato dai carabinieri della sua presenza e del suo comportamento ha risposto di aver trasportato i pneumatici e di averli scaricati in quel posto dietro pagamento di compenso in denaro da parte di privati committenti, che non ha voluto indicare. Mauro, scarcerato dopo il processo per direttissima, è accusato di peculato e interruzione di pubblico servizio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati