Cinque falsi dentisti scoperti nel Palermitano

Operazione dei Nas fra Carini, Bagheria, Partinico e Termini. Due impostori scoperti e denunciati nel capoluogo: in via Pollina e in corso dei Mille

PALERMO. Da alcune settimane avevano dei clienti in più. Pazienti che avevano chiesto interventi anche delicati. Estrazioni. Devitalizzazioni. Otturazioni di carie. Tutte operazioni per le quali era necessario un titolo di laurea in odontoiatria. Peccato che i nuovi pazienti fossero carabinieri del Nas. Militari che hanno scoperto, dopo visite accurate e controlli, che quei cinque falsi dentisti erano solo odontotecnici. Si allarga così il fronte dei falsi medici scoperti dai carabinieri del Nas comandati dal capitano Francesco Geraci in questo scorcio di anno. Gli ultimi a cadere nelle rete sono stati quei cinque che operavano a Palermo, a Carini, a Bagheria, a Partinico e Termini Imerese.
Nel capoluogo i militari sono entrati in azione in via Pollina, nei pressi della strada che porta a Bellolampo. Qui hanno denunciato G.D. di 44 anni e sequestrato lo studio medico. Stessa scena si è ripetuta a Termini Imerese in via Giuseppe Seminara. Qui è stato denunciato I.P. di 39 anni. Moderni e attrezzati gli ambulatori a Carini in via Moscala, del falso dentista G.M. di 41 anni. Altra denuncia e altro sequestro a Bagheria in via Dante. I carabinieri hanno denunciato G.R. di 37 anni. Infine l'ultima operazione è stata messa a segno in corso dei Mille. Anche in questo caso a mettere le mani in bocca ai pazienti senza la laurea e la specializzazione un uomo, S.G., di 47 anni.
I dettagli nel Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati