Lombardo: "Sud necessario per lo sviluppo dell'Italia"

Il governatore siciliano dice sì al piano di Confindustria per il Mezzogiorno: "Lavoriamo su un documento con scadenze importantissime"

PALERMO. "Mi auguro che da oggi il rapporto con le organizzazioni produttive, Confindustria ma non solo, così come quello con i sindacati, sia caratterizzato da quello stesso spirito di collegialità e di condivisione che abbiamo inaugurato nell'incontro di qualche sera fa a Palermo. Emma Marcegaglia e Confindustria ci hanno inviatati ad un confronto al quale hanno partecipato parecchi presidenti delle Regioni del sud. Abbiamo cominciato a lavorare su un documento, molto ben fatto, che Confindustria ci ha proposto per discutere di alcune scadenze importantissime". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.    
"Le forze sociali - aggiunge - devono sentirsi coinvolte in questo sforzo di risanamento e di cambiamento. Per questo stamattina abbiamo parlato di federalismo, di fondi strutturali, di fiscalità di vantaggio e di perequazione infrastrutturale. Tutte componenti essenziali di un federalismo che, se non ha questi elementi, si risolve in una fregatura per il sud e per la Sicilia".    
"Faremo una serie di tavoli, regione per regione, perché Confindustria sostenga la sua tesi, che è anche la nostra, e cioé che il Paese non si sviluppa - conclude - se non c'é uno sviluppo del Mezzogiorno, smentendo le scelte politiche di molti governi che ritengono e hanno ritenuto che il sud debba essere un vuoto a perdere e che l'Italia si sviluppi solo se la locomotiva del nord va avanti abbandonando Sud e Mezzogiorno al proprio destino".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati