Berlusconi: ecco l’Italia delle autonomie

Messaggio del premier all'Assemblea delle Province in corso a Catania: dal federalismo deriverà una nazione più attenta e vicina alle reali esigenze dei cittadini

CATANIA. “Dall'attuazione del federalismo dovrà derivare una nuova Italia delle autonomie più attenta e vicina alle reali esigenze dei cittadini". Lo afferma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una messaggio inviato all'Assemblea nazionale delle Province italiane in corso a Catania, e affidato al presidente dell'Upi, Giuseppe Castiglione.
"La realizzazione del nuovo assetto dovrà avvenire - aggiunge il premier - attraverso la valorizzazione di tutte le autonomie ordinarie e degli enti locali nel rispetto della autonomie speciali con l'impegno di salvaguardare la peculiarità",
"La Carta delle autonomie, già approvata dalla Camera e ora all'esame del Senato - osserva il presidente Berlusconi nel messaggio all'Upi - è condivisa dal governo che ne auspica la definitiva approvazione: la sua applicazione contribuirà alla semplificazione burocratica e alla riduzione dei costi della politica".
"Il federalismo fiscale – ha aggiunto il premier - non dovrà comportare maggiori costi per lo Stato e dovrà essere attuato senza alcun aggravio della pressione fiscale complessiva, che sarà anzi destinata a diminuire progressivamente, in ragione sia della diminuzione degli sprechi, sia del restringersi dell'area dell'evasione fiscale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati