Droga nella Palermo bene: pene ridotte in appello

Gianfranco Puccio condannato a 13 anni e mezzo, contro i venti del primo grado di giudizio, Iliano Baiamonte ha avuto una riduzione di quattro mesi (dovrà scontarne nove e otto mesi), sei anni per Vincenzo Cipolla

PALERMO. La seconda sezione della Corte d'Appello di Palermo ha ridotto la pena a due dei tre imputati di un processo per traffico di cocaina fornita a numerosi consumatori della Palermo-bene: si tratta di Gianfranco Puccio, che ha avuto 13 anni e mezzo, contro i venti del primo grado di giudizio, Iliano Baiamonte, che ha avuto una riduzione di pena di quattro mesi (dovrà scontarne nove e otto mesi), e di Vincenzo Cipolla, che ha avuto sei anni.  Puccio e Baiamonte erano amici di Giuseppe Salvatore Riina,  figlio del capo di Cosa nostra, e furono processati e condannati assieme a lui in un altro processo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati