Al bar invece di lavorare, denunciati due operatori ecologici

Accusa di truffa aggravata nei confronti di due dipendenti dell’Amia Essemme di Palermo

PALERMO. Passavano il tempo al bar invece che restare al lavoro. Con questa accusa i carabinieri di Palermo hanno denunciato due dipendenti dell’Amia Essemme.
Secondo la ricostruzione dei militare le due persone, M.G. e E.M., entrambi di 44 anni, sono state sorprese in un bar, alla richiesta del perché si trovassero lontani dal posto di lavoro i due hanno asserito di avere avuto un permesso autorizzato.
Insospettiti i carabinieri hanno deciso di approfondire la veridicità delle dichiarazioni rese ed hanno accompagnato i due operatori ecologici in caserma, dove è stato contattato personale dirigente ed amministratore dell’amia Essemme, i quali hanno confermato che i due fossero dipendenti della società ma che si erano allontanati arbitrariamente dal posto di lavoro senza dare comunicazione della loro assenza e che del loro allontanamento non avevano dato né comunicazione né giustificazione ai loro diretti responsabili del servizio.
I due impiegati sono stati perciò denunciati in stato di libertà per truffa aggravata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati