Chiude centro disabili, domani protesta a Messina

MESSINA. Domani, a partire dalle 10, i dipendenti del centro Dismed di Messina protesteranno davanti alla sede dell'Asp 5 per il mancato accreditamento della struttura che si tradurrà nella chiusura dell'azienda nella quale operano 60 lavoratori che erogano 35 mila prestazioni riabilitative l'anno e assistono oltre 400 pazienti affetti da patologie gravi. La protesta è stata indetta dalla Fp-Cgil di Messina, che denuncia "la grave anomalia della assegnazione delle risorse regionali destinate alla riabilitazione e chiede alla deputazione messinese di intervenire".
"Non è ammissibile - spiega Clara Crocé, segretaria generale della Fp-Cgil ddello Stretto - che alla provincia di Catania per 1 milione di abitanti si assegnino 90 milioni di euro per la riabilitazione mentre a Messina per 650 mila abitanti ne arrivino appena 15, appena un sesto".
"La Dismed - prosegue Crocé - è un centro che dal 2002 eroga per l'Asp 5 di Messina prestazioni riabilitative specializzate. Nonostante l'unità operativa per l'accreditamento istituzionale nel 2006 avesse espresso parere favorevole, la Dismed non è stata inserita nell'Albo regionale dei centri accreditati e quindi formalmente esclusa. Nei giorni scorsi poi una sentenza del Tar ha respinto le osservazioni della associazione che ora rischia concretamente la chiusura".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati