Portava soldi senza scorta armata, condannato direttore poste

PALERMO. Il direttore di un ufficio postale, quando deve trasportare valori al di fuori degli uffici, è tenuto a richiedere la scorta armata, in caso contrario e se accade un furto ai suoi danni dovrà risarcire le Poste. Lo ha sancito la sezione giurisdizionale della Corte dei conti, nel testo della sentenza n. 1898/2010, con la quale ha condannato l'ex direttore  dell'ufficio postale di Mazzarrone che, nel novembre 1991, subì il furto di 55 milioni di vecchie lire che stava portando in banca senza scorta.
Riconosciuta  la sua buona fede e correttezza professionale, i giudici hanno fatto uso del potere riduttivo condannandolo a risarcire solo cinquemila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati