Alfano: governo Lombardo vergogna nazionale

Pistorio: usa la forza dirompente di un dicastero tanto delicato come quello della Giustizia per condizionare la vita politica siciliana

ROMA. "Il governo Lombardo è una vergogna nazionale, che non si potrebbe replicare al di fuori della Sicilia, perché su 60 milioni di abitanti un altro Lombardo in Italia non lo si trova". Con queste parole il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, esclude che l'esperimento di governo in atto in Sicilia possa essere un "laboratorio" per quanto accadrà nei prossimi mesi a livello nazionale.
Durante una puntata di Porta a Porta, in cui è a confronto con la capogruppo del Pd, Anna Finocchiaro, Alfano dice che "è grave" che il Pd "per smontare il nostro sistema di potere in Sicilia, con relativismo etico, si sia piegato al trasformismo". Quanto al Pdl, il ministro ammette un "errore di sottovalutazione" di quanto stava accadendo.
Immediata la replica di Giovanni Pistorio, presidente del gruppo Misto e del Movimento per le Autonomie a Palazzo Madama: "Ben altre sono le vergogne di questo Paese alle quali, forse, il ministro Angelino Alfano non é estraneo, come quella di utilizzare la forza dirompente di un dicastero tanto delicato come quello della Giustizia per condizionare la vita politica siciliana. E quest'opinione non è certo soltanto la mia...".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati