A Trapani in scena le “libellule del mare”

Show dei catamarani con la Extreme Sailing Series. A causa di una distorsione alla caviglia lo skipper palermitano Gabriele Bruni ha dovuto lasciare il race

TRAPANI. Sono leggere e irrequiete, pronte a regalare agli spettatori slittamenti obliqui a pelo d'acqua, drastiche accelerate e voli tra cielo e onde. Libellule del mare, gli Extreme 40 sono barche agili e veloci,  tra le più veloci al mondo, catamarani che superano la velocità del vento. In questo fine settimana, a Trapani sono loro le protagoniste assolute di Extreme Sailing Series, la regata che ha fatto tappa a Sete in Francia, Kiel in Germania, Cowes in Uk e che si sposterà ad Almeria in Spagna.
Il campo di gara è proprio il porto della città di Trapani. Le barche si sfidano sotto gli occhi dei tanti appassionati che dal molo possono apprezzare le manovre e i tatticismi degli equipaggi. A causa di una distorsione alla caviglia lo skipper palermitano Gabriele Bruni ha dovuto lasciare il race. Sarà il fratello Checco a sostituirlo alla guida di Sealing Seacily, la barca sponsorizzata dalla Provincia regionale,  a bordo del quale gareggiano anche il palermitano Giuseppe Leonardi, il marsalese Mario Noto e il veneziano Alberto Sonino.
“Ieri, con vento a mezzogiorno che ha toccato i 17 nodi, le barche hanno viaggiato ad una velocità di 35 chilometri orari, ma gli Extreme 40 possono andare molto più forte - spiega Mitch Booth, l'australiano di origini olandesi che ha creato questa tipologia di imbarcazione circa sette anni fa -: possono raggiungere una velocità di 65-70 chilometri orari. Quando le ho disegnate ho progettato una barca facile da smontare e trasportare, che è la principale caratteristica degli Extreme, oltre al fatto di aver un posto per un ospite a bordo”.
L'aspetto principale di questo ride sembra proprio essere quello di far divertire e sognare gli spettatori, che fino a domani godranno di sport, vento, sole e la musica in filodiffusione di Rgs che trasmette dal molo, con interviste ai campioni della regata: da Mike Golding, skipper giovanissimo e fortissimo alla guida di The Wave Muskat, Yann Guichard tattico della francesce Gitana, a Roman Hagara, due volte campione olimpico a capo dell'austriaca Red Bull Extreme.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati