Sit-in davanti all'Italtel di Carini

Protestano i 53 dipendenti in cassa integrazione e a loro si sono uniti anche gli altri lavoratori attualmente in servizio

PALERMO. I lavoratori dello stabilimento Italtel di Carini hanno inscenato una protesta davanti ai cancelli della fabbrica per protestare "contro i toni entusiastici usati dal nuovo amministratore delegato, Stefano Pileri, che ieri - dice il delegato della Fiom Cgil Anna Maria Cernigliaro - ha mandato una mail ai dipendenti non in Cig, prefigurando grandi risultati per l'azienda".    
Da stamane alle 7 i 53 dipendenti in cassa integrazione, che non figurano più nella mailing list dell'azienda, hanno organizzato la protesta a cui man mano si sono uniti anche gli altri lavoratori attualmente in servizio. Finora in fabbrica non é entrato nessuno.    
"Non abbiamo fatto alcun picchettaggio - aggiunge la Cernigliaro - ma i nostri colleghi hanno compreso la gravità della situazione e condiviso la nostra protesta. Per l'azienda, pare che i 53 cassintegrati non esistano più e che si sia aperta una nuova era in cui si può tranquillamente fare a meno di noi". Alle 11,45 i dipendenti sono entrati al lavoro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati