Morti bianche, vittime raddoppiate nel Trapanese

I lavoratori rimasti uccisi nel 2009 sono stati 9, quasi il cinquanta per cento in più dell'anno precedente quando se ne sono contati 5. Crescono anche i casi di malattie professionali

TRAPANI. E’ allarme incidenti sul lavoro in provincia di Trapani. Nel 2009 si è registrato un incremento delle morti bianche del 50 per cento, con il numero delle vittime che rispetto all’anno precedente è cresciuto da 5 a 9. La denuncia arriva dagli esperti dell’Azienda sanitaria provinciale che sottolineano anche la crescita del 15 per cento dei casi di malattie professionali. L’unica nota positiva sembra arrivare dai dati legati al numero degli infortuni, anche se le ragioni sono tutt’altro che buone: “Il numero di infortuni è diminuito – spiega il segretario generale dell’Ital-Uil, Giovanni Angileri – anche perché nel 2009 si è registrato un forte decremento dell’attività lavorativa”.
Maggiori dettagli nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia in edicola oggi, giovedì 23 settembre 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati