Lombardo quater, in "sospeso" due assessori

Congelata l'attribuzione degli incarichi a Gian Maria Sparma e Letizia Diliberti: gli uffici stanno valutando la presunta incompatibilità tra il posto in giunta e quello di dirigente regionale

Sicilia, Politica

PALERMO. Rimane in sospeso l'attribuzione degli incarichi di assessore per due dei nuovi componenti della giunta appena varata dal governatore della Sicilia Raffaele Lombardo: gli uffici della presidenza della Regione stanno valutando la presunta incompatibilità tra il ruolo di assessore e quello di dirigente regionale, problema che riguarda Gian Maria Sparma e Letizia Diliberti.
In base alle disposizioni del ministro Brunetta, c'è l'ipotesi che se i due dirigenti accettassero di fare l'assessore, quindi un incarico politico, a conclusione del mandato non potrebbero più ricoprire il ruolo dirigenziale.
"Stiamo verificando - ha detto Lombardo, presentando la nuova giunta alla stampa - nel giro di pochi giorni capiremo come agire". A quanto pare, tuttavia, Letizia Diliberti sarebbe intenzionata a non accettare di entrare nella giunta, al suo posto ci sarebbe Marco Salerno, anche lui dirigente regionale e per il quale quindi si ripropone il problema della incompatibilità.
Alla prima riunione della nuova giunta, riunita a palazzo d'Orleans, hanno partecipato 8 assessori su 12. Tra i più emozionati il prefetto Giosué Marino e Andrea Piraino, storico segretario dell'Anci in Sicilia. Lombardo ha spiegato che probabilmente confermerà agli assessori riconfermati le deleghe che hanno gestito finora, tranne Gaetano Armao al quale il governatore ha chiesto di fare l'assessore al bilancio invece che ai beni culturali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati