Inondazioni in India: 120 morti

NEW DELHI. Continua l'emergenza maltempo nel nord dell'India, dopo tre giorni di incessanti piogge monsoniche che hanno causato 120 morti e decine di migliaia di senza tetto, secondo quanto riporta oggi il quotidiano The Times of India. Circa 1.200 villaggi che sorgono a valle della grande diga Tehri, vicino alle sorgenti del Gange, sono a rischio di inondazioni. Il diluvio ha colpito, in particolare, gli stati himalayani dell'Uttarakhand e dell'Himachal Pradesh e quelli della pianura gangetica, Uttar Pradesh, Bihar e Haryana. Stamattina Sonia Gandhi, la presidente del partito del Congresso, è arrivata nelle zone alluvionate, dove effettuerà una ricognizione in elicottero. E' massima allerta anche a New Delhi per il timore dello straripamento del fiume Yamuna, che ha raggiunto un livello record che non si registrava da oltre 30 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati