Agrigento, emergenza rifiuti in sei comuni

Gli enti morosi nei confronti della società che gestisce la discarica di Siculiana. Da domani potrebbe essere sospesa la raccolta a Licata, Canicattì, Naro, Camastra, Ravanusa e Campobello di Licata

AGRIGENTO. Caos attorno ai rifiuti in sei comuni della provincia di Agrigento. La società Catanzaro, titolare della discarica di Siculiana, vanta un credito di circa 3 milioni, dunque ha deciso di chiudere le porte dell'impianto agli autocompattatori della Dedalo Ambiente, che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti a Licata, Canicattì, Palma di Montechiaro, Naro, Camastra, Ravanusa e Campobello di Licata. L'unico Comune autorizzato al conferimento è Palma di Montechiaro. Per questo motivo, come si legge sul Giornale di Sicilia oggi in edicola (19 settembre, edizione locale), la Deda Ambiente ha deciso di sospendere la raccolta a partire da domani. La trattativa con la società Catanzaro è andata avanti fino alla tarda serata di ieri e oggi potrebbero arrivare ulteriori sviluppi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati