Scuole coi cancelli bloccati, studenti rivendicano il gesto

Una nota del collettivo "Fuori controllo": "I nostri istituti sono sempre più fatiscenti"

PALERMO. Gli studenti del collettivo autonomo studentesco "Fuori controllo", che raggruppa centinaia di studenti e studentesse delle scuole superiori palermitane, hanno rivendicato le recinzioni dei cancelli di 10 istituti palermitani, con il nastro bianco e rosso, "per denunciare lo stato di degrado della scuola pubblica dopo i tagli e l'applicazione della riforma Gelmini".       
Le scuole sono il Regina Margherita, il Vittorio Emanuele II, Benedetto Croce, Ninni Cassarà, Garibaldi, Cannizzaro, Einstein, Galilei, Catalano, Meli. L'anno scolastico - dice una nota del collettivo - parte oggi fra disagi e carenze per le nostre scuole che sono sempre più fatiscenti, a causa di una riforma che di 'epocale' ha solo i licenziamenti dei docenti precari, il controllo, la repressione e la precarietà. Noi risponderemo con un autunno di lotta, con assemblee, cortei, occupazioni fino al ritiro della riforma Gelmini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati