Mitragliate al motopesca: "Libici su un mezzo ceduto dall'Italia"

Secondo un componente dell'equipaggio potrebbero avere usato una delle sei motovedette della guardia di Finanza consegnate nell'ambito dell'accordo di cooperazione tra i due paesi

LAMPEDUSA. Potrebbe essere stata una delle sei motovedette della guardia di Finanza, consegnata dalle autorità italiane a quelle libiche nell'ambito dell'accordo di cooperazione stipulato tra i due paesi nel 2008, ad avere mitragliato ieri sera il motopesca mazarese "Ariete". Ad avvalorare l'ipotesi è uno dei componenti dell'equipaggio, Alessandro Novara.   
"L'unità militare che ci ha mitragliato - spiega il marittimo - era identica a quelle utilizzate in Italia dalla Guardia di Finanza, anche se batteva bandiera libica".     
Le prime tre motovedette italiane da impiegare nel pattugliamento congiunto per il contrasto all'immigrazione clandestina erano state consegnate alle autorità di Tripoli il 14 maggio del 2009; altri tre pattugliatori erano stati inviati in Libia il 10 febbraio scorso. Dopo un periodo iniziale di addestramento da parte della Guardia di Finanze, le motovedette erano state affidate ai militari libici, gli unici a bordo delle sei unità.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati