Agrigento, l'Inps sbaglia e chiede i soldi indietro ai pensionati

L'istituto ha compiuto un errore nel passaggio dal sistema cartaceo a quello informatizzato e adesso circa 60 mila persone devono restiuire le somme ricevute negli anni scorsi

AGRIGENTO. Tornare indietro i soldi delle pensioni, perché l’Inps ha compiuto un errore nel passaggio dal sistema cartaceo a quello informatizzato. E’ quello che sta succedendo ad Agrigento, per quasi il cinquanta per cento dei pensionati della città dei Templi. L’istituto di previdenza ha recapitato un atto  di notifica a circa sessantamila anziani, su un totale di 147 mila, a cui chiede la restituzione di somme indebitamente percepite con l’assegno mensile. Pensioni che vanno dai 400 ai 4.600 euro. Il direttore provinciale dell’Inps, Gerlando Piro, ammette l’errore ma non fa passi indietro: “I fondi che noi chiediamo servono per restituirli all’erario”, precisa.
Maggiori dettagli nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi, sabato 11 settembre 2010. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati