Fisco, classifica dell’evasione: Sicilia in cima

Uno studio del Sole 24 Ore ha permesso di realizzare la mappa del “nero” in Italia. Emilia Romagna e trentino le regione più virtuose

ROMA. L'Emilia Romagna e il Trentino risultano le regioni 'fiscalmente' più fedeli. In coda invece si piazzano Sicilia e Sardegna.
È il risultato di uno studio del Sole 24 Ore, che mette a confronto a livello territoriale la capacità di spesa delle famiglie e il tenore di vita effettivo. La 'forbice' tra consumi e redditi si apre soprattutto a sud - scrive il quotidiano - mentre al nord le dinamiche di entrate ed uscite delle famiglie mostrano un grado più alto di coerenza.
Dai calcoli emerge così che nel Mezzogiorno è presente la maggior concentrazione di 'nero' ed economia ombra anche se non si può concludere che il nord sia immune dal fenomeno evasione. È comunque dal Mezzogiorno il "dato chiave" nella strategia di rilancio della lotta al sommerso: "non solo con il nuovo redditometro ma anche con i provvedimenti attuativi del federalismo fiscale che affinano le armi contro l'evasione Iva e quella immobiliare".
Oltre alla mappa vera e propria sul rischio evasione il quotidiano fornisce anche dei casi specifici: a Ragusa – ad esempio - circola quasi il 30% di auto in più rispetto a Genova o a Bolzano. A Sassari e Cagliari si consuma in proporzione più energia elettrica rispetto a Milano e Roma mentre a Campobasso e Avellino l'aumento dei depositi bancari fa impallidire le performance che si registrano a Torino, Pavia e in larga parte del Nord-Est". Insomma: "stranezze dell'Italia dei consumi che disegnano una mappa ricca di sorprese rispetto alle geografie consuete della ricchezza del paese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati