Davanti all’ingresso in attesa di timbrare: sanzione per 20 comunali a Palermo

Protagonisti alcuni dipendenti della Ragioneria generale di Palazzo delle Aquile. Ieri annunciati i controlli a tappeto sui certificati medici e sulle malattie prolungate dei lavoratori delle ex municipalizzate

PALERMO. Aspettavano la fine della giornata davanti all’ingresso degli uffici piuttosto che al loro posto, al lavoro. Con questa accusa venti impiegati della Ragioneria di Palazzo delle Aquile sono stati sanzionati, con una censura scritta, da parte del dirigente, Paolo Basile.
Si stringono le maglie intorno ai dipendenti dell’amministrazione comunale di Palermo. Ieri erano stati annunciati i controlli a tappeto, con riferimenti anche ad alcuni licenziamenti, sui certificati medici e sulle malattie troppo prolungate dei dipendenti delle ex municipalizzate. Adesso arriva il colpo di scure per questi altri venti impiegati, “beccati” proprio da Basile, loro superiore diretto, vicino alla portineria, in via Roma, in attesa che la giornata di lavoro si concludesse.
Tutti i dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola questa mattina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati